I cereali sono ricchissimi di vitamine, fibre (essenziali per mantenere in salute l’intestino) proteine e fonte di minerali, tra cui il selenio, il potassio e il magnesio. Inoltre, i cereali integrali hanno un contenuto di grassi minimo.

I  cereali integrali hanno una miriade di benefici per la salute. Questi benefici includono una riduzione del rischio di alcuni tipi di cancro, il diabete, le malattie cardiache e l’obesità e che possono aiutare a mantenere la salute dell’intestino.

E’ bene utilizzarli a rotazione, poiché ognuno ha proprietà specifiche, andrebbero sostituiti alla farina di frumento (pasta, pane bianco, pizza, dolci) che ha proprietà infiammatorie e dannose per la nostra salute:

-Alza l’insulina e apre la strada a diabete e infiammazioni croniche

-Rallenta il metabolismo

-Può mettere in sofferenza l’intero sistema cardiovascolare, cuore compreso

-Causa problemi intestinali e di malassorbimento.

Il Frumento è stato degerminato e raffinato per aumentare la produzione di pane, pasta, pizza e dolci.

Il grano di oggi è diverso da quello di una volta, sono state selezionate le varietà più produttive e più ricche di glutine. Il glutine è una proteina che serve a far legare l’acqua e la farina e consente di creare un impasto elastico, quasi gommoso, che conferisce elasticità e consistenza agli impasti di pane e prodotti da forno.

Le spighe di grano sono più vicine al terreno, rispetto a quelle di una volta che erano circa a 2 metri di altezza, questo ha il vantaggio di renderle più resistenti a tempeste di vento e pioggia, ma come svantaggio ha quello di far crescere più erbe infestanti. Prima non crescevano all’ombra delle spighe alte, cosi utilizzano pesticidi ed erbicidi, nocivi per la nostra salute.

Ecco come si preparano:

I cereali vanno messi in ammollo, o lavati molto bene, per eliminare le polveri e le impurità, l’acqua va poi gettata.

Potete metterli in ammollo la mattina e poi cucinarli la sera per il giorno dopo. Richiedono cotture più lunghe della pasta e si cucinano facendo consumare tutta l’acqua di cottura.

Ogni cereale ha un diverso tempo di cottura.

Per una tazza di RISO integrale, si mettono in pentola, 2 tazze di acqua fredda, occorre una pentola con un fondo spesso, quando l’acqua bolle si aggiunge un pizzico di riso marino integrale, poi mette il fuoco al minimo, si copre e ci lascia sul fuoco per circa 50 minuti.

Se volete conservare il riso per il giorno seguente, versatevi una tazza d’ acqua fredda per interrompere la cottura e quando è freddo, lo mettere in un contenitore di vetro chiuso in frigo. Potete consumarlo per 2-3 giorni con condimenti diversi di verdure, gomasio (sesamo e sale tostati), o pesti di basilico e noci o rucola e mandole.

MIGLIO: non va in ammollo, ma va lavato molto bene sotto l’acqua corrente, potete tostarlo in una padella di acciaio e dopo aggiungere sempre 2 tazze di acqua calda, per ogni tazza di miglio e lascialo sul fuoco per 20 minuti, poi coprirlo e farlo gonfiare bene per qualche minuto ancora

GRANO SARACENO: lavarlo accuratamente, acqua bollente, sempre con un rapporto di 1 tazza di cereale per 2 o 3 tazze di acqua, cottura circa 20 minuti.

QUINOA: lavare accuratamente, acqua in quantità doppia rispetto al cereale,far cuocere coperto per circa 30 minuti.

AMARANTO: lavarlo accuratamente, una tazza di semi ogni 3 tazze di acqua bollente, cottura 40 minuti.

BULGUR: lavarlo accuratamente,2 parti di acqua per 1 di bulgur, tempo 15 minuti.

CUS CUS (precotto): lavarlo accuratamente, va ricoperto di acqua bollente, senza metterlo sul fuoco e va coperto per 8 -10 minuti cosi da gonfiarsi, sempre aggiungendo circa due tazze di acqua per tazza di cus cus.

ORZO: va lavato accuratamente, poi se si desidera è bene tostare i chicchi a fiamma alta per alcuni minuti con un po’ di condimento, poi aggiungere ad ogni tazza di orzo 2 o 3 tazze di acqua fredda e cucinare per 40-50 minuti.

FARRO DECORTICATO : lavarlo accuratamente 2 tazze di acqua fredda per ogni tazza di farro e va lasciato sul fuoco per circa 1 ora.

AVENA : chicchi va in ammollo per 12 ore poi cotta per circa 1 ora.

In fiocchi è pronta all’uso da utilizzare facendo il porrige, in muesli, vellutate, o pane e biscotti .

 

CEREALI SENZA GLUTINE: riso, mais, miglio, grano saraceno, quinoa, amaranto

CEREALI CON MENO GLUTINE RISPETTO AL FRUMENTO ( ma non adatti ai celiaci) orzo, avena, farro, kamut, bulgur, cus cus, segale

CEREALI DA EVITARE SE INTOLLERANTI AL FRUMENTO: grano, kamut, segale, farro.

Puoi mangiare riso, orzo, grano saraceno, quinoa, avena, miglio, amaranto.

Giorgia Bonini Naturopata http://www.yogaenaturopatia.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *